Roma,
17
Maggio
2017

Tendenza vetro: 9 italiani su 10 votano vetro

Per 8 su 10 è il packaging più eco-sostenibile

Il vetro piace sempre di più ai consumatori europei e soprattutto italiani. Un consumatore su due in Europa dichiara infatti di utilizzare più contenitori per cibi e bevande in vetro rispetto a tre anni fa e questo avviene soprattutto in Italia (57%), Austria e Croazia. Addirittura l’85% dei consumatori europei suggerirebbe il vetro ai propri amici e familiari (+15% rispetto a 8 anni fa), con un exploit dell’Italia: il 91% degli italiani lo consiglierebbe, la percentuale più elevata tra tutti i Paesi e il 6% in più rispetto alla media europea. Le ragioni di questa scelta? Preoccupazione per l’ambiente e per la sicurezza alimentare. Questa crescente “tendenza vetro” emerge da un'indagine indipendente InSites, che ha coinvolto 18.000 consumatori europei (più di 2.500 in Italia), commissionata dalla community di Friends of Glass, in 11 Paesi europei.

I risultati dell’indagine rivelano che il 76% degli europei vede il vetro come il materiale di imballaggio più rispettoso dell'ambiente, un aumento del 50% rispetto al 2008. Per quanto riguarda l’Italia, la percentuale di coloro che pensa che il vetro sia il materiale più amico dell’ambiente è più elevata rispetto alla media europea e si attesta intorno all’81%. Dal punto di vista della sicurezza alimentare, il 53% degli europei lo sceglie perché ritiene che sia il materiale di confezionamento più sicuro per il cibo. In Italia questo dato è considerevolmente più alto con il 65% degli intervistati che ritiene che il vetro sia il miglior packaging per i cibi (fanno meglio solo i francesi con il 67%). Per quanto riguarda le bevande, il 73% degli europei considera il vetro come il materiale di imballaggio più sicuro, in linea con il dato italiano (72%). In Italia poi l’utilizzo di bottiglie e vasetti di vetro è superiore alla media europea soprattutto per prodotti quali olio, aceto, vino, birra, salse e condimenti, frutta sciroppata, bibite.

Questa indagine, che vede lItalia tra le prime nazioni d’Europa per la scelta di contenitori in vetro, più rispettosi dell’ambiente, più sicuri per gli alimenti e simboli dell’economia circolare - ha sottolineato Marco Ravasi, Presidente dei contenitori in vetro di Assovetro, l’Associazione italiana degli industriali del vetro - conferma una tendenza in atto, che vede in Italia consumatori sempre più attenti alla salute e alla sostenibilità dei prodotti alimentari. Ormai non si legge solo letichetta di un prodotto, ma si tiene conto anche della sostenibilità dei contenitori.

Mentre il vetro è considerato come uno degli imballaggi più sostenibili ed ecologici, sembra necessaria una maggiore informazione sui suoi benefici. Ci sono ancora molti europei che non sono pienamente consapevoli dell'intera gamma di vantaggi offerti dal vetro all'ambiente e a uno stile di vita sostenibile. Infatti il vetro è riciclabile al 100% infinite volte, mentre la maggior parte degli europei crede che sia riciclabile solo all’84% (all’83% per gli italiani). Solo il 49% degli europei (il 53% degli italiani), ritiene che i rifiuti di vetro non siano nocivi per l'ambiente.

Pur essendoci un incremento della media europea rispetto a tre anni fa (dove si attestava al 40%), ancora c’è molto da fare in termini di consapevolezza.

"È incoraggiante vedere – ha dichiarato Adeline Farrelly, segretario generale di FEVE, la Federazione Europea dei Produttori di Contenitori in Vetro, commentando la ricerca a nome della community di Friends of Glass - che i consumatori sono diventati più consapevoli dei benefici positivi dell'imballaggio in vetro. Sebbene questi risultati siano rassicuranti, come settore, non possiamo accontentarci e rimaniamo impegnati nel nostro obiettivo di informare i consumatori sulle proprietà uniche di sostenibilità e riciclo del vetro. Non importa - ha aggiunto - quante volte viene riciclato, la natura del vetro comporta che la sua qualità non diminuisce mai - il vetro resta vetro. Oggi, gli europei possono contribuire attivamente a raggiungere un tasso di riciclo del 100%, conferendo le bottiglie di vetro nell’apposito contenitore per la raccolta differenziata. Il vetro può essere infinitamente riciclato come parte di un'economia circolare positiva, all'interno di un ciclo chiuso".

Vivere in modo sostenibile non riguarda solo la salvaguardia del pianeta, ma anche la salute. Infatti, gli europei associano l'imballaggio in vetro a numerosi vantaggi per la propria salute. I consumatori ritengono che il vetro abbia il rischio più basso di interazione con il cibo (14%). Essendo un materiale inerte, il vetro fornisce una barriera di protezione naturale che garantisce la conservazione del contenuto.

In Italia i driver che spingono i consumatori all’utilizzo del vetro sono le preoccupazioni legate alla sicurezza alimentare (51%), la riciclabilità del materiale (47%) e l’impatto ambientale (44%). Il 63% dei nostri connazionali sarebbe disponibile a utilizzare solo packaging in vetro qualora fosse disponibile: una crescita del 3% rispetto al 2014, quando questo dato si attestava già al 60%, e al di sopra della media europea.

Un gap generazionale?

Questa ultima ricerca evidenzia come le generazioni più anziane siano meglio informate rispetto all’importanza della scelta del corretto imballaggio per uno stile di vita sano e sostenibile. I consumatori più giovani acquistano meno prodotti confezionati in vetro rispetto alle generazioni più vecchie, e si aspettano di trovare meno packaging in vetro per prodotti alimentari e bevande. Il prezzo (34%) e la disponibilità (34%) sono i principali ostacoli all'acquisto di prodotti in vetro. Tuttavia, le generazioni più giovani identificano nell'imballaggio in vetro l’opzione più trendy e pensano che il vetro sia il miglior packaging per preservare il gusto e la qualità. Sebbene le giovani generazioni preferiscano il vetro, sono meno preoccupate per le questioni di sicurezza alimentare e per le questioni ambientali relative al packaging rispetto ai consumatori più anziani.

Per maggiori informazioni sui risultati dello studio paneuropeo, visitare www.news.friendsofglass.com.

Scegli il Vetro, Ricicla il Vetro e scopri di più con Friends of Glass su Twitter e Facebook.

Entra a far parte di Friends of Glass su www.friendsofglass.com/it/.

Testo generico

Note

Lo studio: questa indagine europea è stata condotto in 11 Paesi dell'UE: Germania, Francia, Italia, Regno Unito, Spagna, Austria, Croazia, Repubblica Ceca, Polonia, Slovacchia e Svizzera, dal 28 novembre al 14 dicembre 2016.

Lo scopo era quello di misurare l'evoluzione della percezione e dell'impiego da parte dei consumatori di imballaggi in vetro, dal momento che nel 2014 è stato condotto uno studio analogo. Complessivamente, sono stati intervistati 17.377 europei.

L'indagine ha incluso un primo campione di 13.054 europei tra i 25 ei 65 anni, con particolare attenzione alle donne (75% dei consumatori intervistati). Tutti i partecipanti sono (co)responsabili della spesa alimentare delle famiglie. Il secondo campione comprendeva 4.323 europei tra i 16 e 24 anni. Per ulteriori risultati, consultare le scorecard su news.friendsofglass.com.

Friends of Glass nasce nel 2008 come campagna di sensibilizzazione sul vetro. È stata creata da FEVE, la Federazione Europea dei Produttori di Contenitori in Vetro, un’associazione internazionale no-profit che rappresenta i produttori degli imballaggi in vetro per cibi e bevande, di flaconi per i prodotti di profumeria, farmacia e cosmesi e i produttori di articoli per la tavola in vetro. Friends of Glass unisce una community di persone provenienti da diversi Paesi dentro e fuori l’Europa, convinte che i contenitori in vetro siano la scelta migliore per le qualità uniche di questo materiale dal punto di vista ambientale, economico e vicino alle esigenze delle famiglie. Individui, organizzazioni nazionali, agenzie e aziende che credono nei requisiti di sostenibilità del vetro sono orgogliosi membri della community.

FEVE è l’associazione che raggruppa i produttori europei di contenitori e stoviglie in vetro non artigianali. FEVE rappresenta l’industria a livello internazionale ed europeo e funziona da forum in cui dibattere e affrontare temi e quesiti comuni. FEVE porta avanti il dialogo con le Istituzioni Europee e le agenzie che si occupano di ambiente, commercio e altri importanti temi rilevanti per il settore. FEVE promuove il packaging in vetro e il riciclo del vetro supportando le attività dell’industria a livello nazionale.

Per ulteriori informazioni contattare:

Ufficio Stampa Assovetro

Federica Cingolani, 3351329316

 

Contatti
photo:Michael  Delle Selve
Michael Delle Selve
Senior Communications Manager, Friends of Glass Europe
Condividi questa release
Condividi su: Twitter
Condividi su: Facebook
Condividi su: LinkedIn
News più recenti